Carbon Footprint Italy

Carbon Footprint Italy è il programma italiano dedicato a comunicare i risultati della quantificazione delle emissioni di gas a effetto serra (GHG) di prodotti e organizzazioni e delle loro riduzioni.

La partecipazione al programma Carbon Footprint Italy è aperta a tutte le organizzazioni e prodotti in possesso di attestazione di terza parte accreditata relativa alla quantificazione delle proprie emissioni di GHG. Esiste anche una sezione Carbon reduction, appositamente dedicata alla riduzione delle emissioni di GHG, sia a livello di prodotto e sia di organizzazione, ottenute a seguito di interventi di mitigazione. Infine, la sezione Carbon Neutrality dedicata a ci ha raggiunto emissioni nette di GHG pari a “zero” attraverso azioni di riduzione e l’acquisto di crediti riconosciuti.

Le aziende e i prodotti registrati nel Programme Operator Carbon Footprint Italy possono utilizzare per la comunicazione dei propri valori di emissione o di riduzione di GHG l’apposito marchio sviluppato per ogni diversa modalità di partecipazione al programma. In questo modo è possibile comunicare in modo semplice, rapido ed efficace l’esito delle proprie azioni di Carbon Management.

La carbon footprint è l’indicatore di una singola, seppure cruciale, categoria d’impatto ambientale. Bassi valori di carbon footprint non possono essere comunicati quale attestazione generale di basso impatto ambientale.

Struttura Organizzativa

Direzione CFI: ha la responsabilità decisionale, gestionale e finanziaria dell’intera struttura operativa.

Segretariato: è responsabile dell’ordinario funzionamento del CFI, sia per gli aspetti amministrativi sia per quelli di natura operativa.

Comitato Tecnico-Scientifico: è composto da esperti di Life Cycle Assessment (LCA) e di quantificazione delle emissioni GHG di organizzazione ed è l’organismo di supporto tecnico-scientifico al sistema di regole del programma.

Organismo Rappresentativo delle Parti: è il comitato degli stakeholders, con il ruolo di rappresentatività del mercato, di indirizzo e controllo e dell’imparzialità del CFI.

I Marchi CFI

Per ciascuna tipologia di registrazione, in accordo agli standard descritti nella pagina dedicata, è previsto un marchio specifico. I marchi possono essere utilizzati per comunicare le emissioni, o riduzione delle emissioni, di GHG delle organizzazioni o dei prodotti. L’utilizzo del marchio è descritto in un apposito “Regolamento d’uso del marchio”, scaricabile a fondo pagina.

Sono previsti un marchio per la Carbon Footprint di prodotto, un marchio per la Carbon Footprint di organizzazione, due marchi di Carbon Reduction per le azioni di mitigazione relativamente a prodotto ed organizzazione, infine un marchio Carbon Neutrality per organizzazioni e prodotti che abbiano raggiunto emissioni di GHG nette pari a “zero”.

Carbon Footprint di Prodotto

Il marchio è dedicato ai prodotti per i quali sono state quantificate le emissioni nel corso del loro ciclo di vita in accordo alla UNI EN ISO 14067:2018 e sono in possesso di un relativo attestato di verifica.

Carbon Footprint di Organizzazione

Il marchio è rivolto alle organizzazioni che hanno quantificato le proprie emissioni di CO2 in accordo alla UNI EN ISO 14064-1:2019 e sono  in possesso di un relativo attestato di verifica.

Carbon Reduction – prodotto

Il marchio è rivolto ai prodotti per i quali sono disponibili degli attestati di verifica in grado di comprovare la riduzione delle emissioni di CO2, in accordo alle norme riconosciute a livello internazionale (disponibili nella sezione apposita) per questa specifica attività.

Carbon Reduction – organizzazione

Il marchio è rivolto alle organizzazioni per le quali sono disponibili delle dichiarazioni  di verifica in grado di comprovare la riduzione delle emissioni di CO2, in accordo alle norme riconosciute a livello internazionale (disponibili nella sezione apposita) per questa specifica attività.

Carbon Neutrality

Il marchio è l’attestazione che organizzazioni o prodotti, già registrati CFI, abbiano raggiunto emissioni nette di GHG pari a “zero”, attraverso azioni di riduzione e l’acquisto di crediti di riduzione riconosciuti, in accordo alla PAS 2060:2014.